Arrampicata su roccia in Corsica

Arrampicare in Corsica: una selezione di alcune delle migliori vie di più tiri di Bavella, Val Restonica e Valle du Tavignano. A cura di Maurizio Oviglia.

Le vie di più tiri in Corsica sono un mondo a sé, forse anche più affascinante delle belle falesie monotiro di quest'isola del Mediterraneo. Gli alpinisti locali hanno capito il potenziale molti anni fa e la scelta delle vie è sbalorditiva. Mentre il numero di vie calcaree si può contare sulle dita di una mano, le uscite granitiche abbondano e zone come la Bavella possono a buon diritto essere considerate un paradiso granitico nel cuore dell'Europa.

Il fatto che zone come la Bavella e la Restonica siano meno famose di altre non significa che siano meno belle o interessanti della Valle dell'Orco o della Val di Mello in Italia. La loro relativa popolarità è semplicemente dovuta al fatto che la gente del posto ha mantenuto un approccio discreto, custodendo gelosamente la loro ricchezza minerale nella speranza che la sua anima selvaggia interiore rimanga intatta.

Ci sono almeno un migliaio di vie di più tiri sulla bellissima roccia granitica in Corsica. Il che significa che dovremo restringere i nostri criteri di ricerca, come si fa su Internet …

Se ci interessano le vie moderne e non il "terreno d'aventura" come lo si chiama in Francia, allora la scelta è ancora vasta, ma ovviamente esclude un gran numero di salite che sono davvero avventurose, e non solo perché non sono sono imbullonato! Gli approcci sono notoriamente complicati (attraverso intricati arbusti mediterranei) e le informazioni fornite dai primi ascensionisti sono (volutamente) concise. Tutto questo è peggio di quanto possa sembrare a prima vista, soprattutto per chi è abituato ad arrampicare sulle Alpi. Prendere la strada sbagliata può trasformarsi in un dramma, a meno che tu non abbia un machete di lanciafiamme! E nonostante tu abbia tutte le informazioni rilevanti a portata di mano, sicuramente sperimenterai qualcosa di simile e vedrai di persona!

Se siamo interessati alle vie a spit, allora si deve scegliere tra vie in vero stile big wall, quelle semi-attrezzate (a volte estremamente difficili anzi fuori discussione per la stragrande maggioranza), o quelle che arrampicano su terreni più facili. Scegliendo questa seconda opzione è ancora necessario distinguere tra quelle rotte che hanno un approccio relativamente umano e quelle che costringono a vagare nella macchia mediterranea per 4 ore senza un sentiero da seguire.

Quindi la scelta è stata fatta, ormai avrete sicuramente capito quali tipi di vie ci sono in questa introduzione alle vie di più tiri in Corsica. Anche se l'aspetto dell'avventura è leggermente limitato, godrai comunque di panorami sbalorditivi in ​​un ambiente splendido. Le zone che ho scelto sono nella mia mente le più belle: Bavella e Restonica, e le belle valli vicine a Corte. Le rotte sono relativamente facili e ben protette e spesso non è necessaria l'attrezzatura tradizionale. Ma un avvertimento: questo non significa che le vie siano chiodate come una via in falesia, o che siano semplici!

Per tutte queste uscite sono necessari due corde da 55 o 60 metri e un casco, e il periodo migliore dell'anno è la primavera o l'autunno. L'estate può essere torrida e le vie del Teghie Lisce a Bavella possono sembrare praticamente impossibili.

SCHEDA INFORMATIVA CORSICA
Arrivarci
La Corsica può essere raggiunta in aereo o in traghetto. I porti principali sono Ajaccio, Bastia e Bonifacio. I principali aeroporti sono Ajaccio, Bastia, Calvi e Figari.

In movimento
Le strade della Corsica sono famose per essere strette e tortuose. Ad eccezione della strada principale lungo la costa orientale, prestare particolare attenzione quando le auto provengono dalla direzione opposta e ricordare che gli abitanti locali spesso non usano il clacson. Un viaggio consigliato potrebbe essere quello di raggiungere Corte da Bastia e visitare le valli circostanti. Bavella, la seconda zona descritta in questo articolo, è raggiungibile percorrendo la costa orientale da Solenzara oppure tramite una lunga e tortuosa strada via Ghisoni e Quenza.

Bavella
Bavella è uno dei paradisi granitici d'Europa. È composto da una serie di torri (chiamate Aiguilles) situate intorno al Col de Bavella e da un gran numero di pareti rocciose minori nelle valli laterali. Alcune formazioni rocciose ricordano la Gallura sarda, con cupole granitiche arrotondate, mentre altre sono più alpine, vere cime rocciose. Grandiose le placche di Polischellu (Teghie Lisce): apparentemente inarrivabili, sono davvero un angolo di Yosemite nel cuore del Mediterraneo. L'area si completa con le pareti rocciose isolate presso Tafunata di Paliri e tutte quelle dove lo sguardo vaga, lontane e difficilmente raggiungibili.

Restonica
Si tratta di una lunga valle che parte da Corte e penetra nel cuore delle montagne corse, fino al Monte Renoso a 2600 m. L'ambiente è meno selvaggio di Bavella e più alpino. Alcuni percorsi sono situati a circa 2000 m, sopra bellissimi laghi blu intenso. Numerose le vie classiche abbondano nella valle della Restonica. Gli approcci tendono ad essere meno complicati e su terreni più facili rispetto alla macchia mediterranea.

Tavignano
Questa valle parte da Corte e prosegue quasi pianeggiante per un paio di chilometri. Sebbene meno alpina della Restonica, la valle offre delle splendide pareti rocciose, soprattutto nel tratto centrale. Il fiume Tavignano ha creato delle bellissime piscine cristalline, per la gioia dei bagnanti estivi. Le grantie cupole Capu Aliri nella parte alta della valle sono così distanti da essere raggiunte al meglio dall'adiacente Valle del Golo (Calacuccia).

Alloggio
Il campeggio selvaggio è severamente vietato in Corsica. Dato che i campeggi non sono particolarmente costosi, ti consigliamo di utilizzarli al meglio. Personalmente consiglio il campeggio appena fuori Corte situato vicino al fiume Restonica e il campeggio comunale di Zonza, economico e relativamente poco affollato.

Miglior periodo dell'anno
Il periodo migliore dell'anno per arrampicare in Corsica è l'autunno.

La roccia
Il granito corso ocra è crivellato di sacche di tutte le forme e dimensioni e queste possono essere sorprendentemente grandi e belle sia a Bavella che a Tavignano dove a volte le sue caratteristiche sono simili a quelle che si trovano sul calcare! In altre zone la roccia è simile allo gneiss alpino.

Attrezzatura in situ
L'attrezzatura varia notevolmente da un percorso all'altro, dai vecchi bulloni da 8 mm ai moderni bulloni in acciaio inossidabile da 10 mm. Anche i run-out variano notevolmente.

Ingranaggio
Oltre a tutta l'attrezzatura normale o le vie moderne (12 rinvii, moschettoni a vite, anelli prussik, 2 corde da 50m, casco) abbiamo consigliato una selezione di nuts e friends e alcuni moschettoni per le doppie. Non dimenticare un costume da bagno per un tuffo nel lago o nei fiumi.

Le salite
La maggior parte delle vie sono classiche vie di granito che salgono su pareti rocciose tecniche. Le vie di Rossolino sono atletiche, mentre quelle di Punta dell'Acellu salgono fessure fuori larghezza. Inoltre, ci sono

Previsioni del tempo
Le previsioni del tempo francesi sono eccellenti.

Alloggio
Il campeggio selvaggio è severamente vietato in Corsica. Dato che i campeggi non sono particolarmente costosi, ti consigliamo di utilizzarli al meglio. Personalmente consiglio il campeggio appena fuori Corte situato vicino al fiume Restonica e il campeggio comunale di Zonza, economico e relativamente poco affollato.

Bibliografia
Arrampicata sportiva in Corsica

Maurizio Oviglia. Italiano e inglese, Versante Sud
Guide d'escalade en Corse, Tomo I. Jean Paul Quilici e Bernard Vaucher, Ed. de l'Envol, 2000, in francese. Tutti i percorsi multi-ptich in una esaustiva guida tradizionale. Foto delle vie, ma niente topos.
Corsica, l'ile verticale. Martial Lacroix e Pierre Sanchou, Ed. Adrénaline, 1999, in francese. Una selezione esaustiva di 72 bellissime vie di più tiri in Corsica. Alcuni approcci descritti in modo molto casuale.