Attraversamento in Corsica in barca

Prepara la tua traversata

Vuoi attraversare la Corsica in barca senza prendere il traghetto? Essere consapevoli del fatto che l'esperienza è possibile ma che richiede un minimo di preparazione.

Per una traversata del continente verso l'Isola della Bellezza, ci vorrà a una ventina di ore in barca a vela e nel motore : per esempio, per un viaggio da Port Cros a Calvi, le 107 miglia percorse in media a 5 nodi ti faranno arrivare in un viaggio di ventuno ore e mezza.

Se la traversata può essere considerata relativamente breve per i navigatori esperti, la vostra barca dovrebbe comunque essere in perfette condizioni. Inizia eseguendo un crociera costiera può essere un buon modo per familiarizzare con il mare un equipaggio non abituato alla navigazione.

Se questa è la tua prima traversata, preferisci dal giorno, per più serenità. Imbarcarsi di notte può sembrare esaltante, ma potrebbe stancarti per il resto del viaggio. Meglio fare il contrario e tenere la notte a bordo per la fine della traversata. Attenzione alle reti da posta derivanti, che, sebbene vietato per diversi anni, sono spesso presenti e scarsamente illuminati di notte. Al contrario, i traghetti e le navi mercantili producono molta luce ed a volte è difficile distinguerle. Informati in anticipo sulle loro traiettorie per evitare equivoci.

Nota che se non hai sufficienti capacità di navigazione, potresti averne uso di uno skipper. Incrociare con gli altri può anche essere considerato: navigazione della flottiglia ti consente di mantenere la tua indipendenza e privacy a bordo, godendo allo stesso tempo della compagnia e della cordialità di un viaggio con diverse imbarcazioni.

Per la partenza, i porti più popolari per i marinai sono quelli diAntibes (la stazione dista solo pochi minuti a piedi dal porto), Hyeres (per ridurre al minimo la distanza di attraversamento) o Saint Raphael.

La traversata: equipaggiamento e organizzazione a bordo

Come per tutta la navigazione, una volta in mare, è meglio essere equipaggiati. Pianifica tutto l'equipaggiamento necessario per le acque profonde : zattera di salvataggio, razzi di soccorso, giubbotti di salvataggio, GPS, kit di pronto soccorso, riflettore radar, VHF.

Inoltre, avere sempre a bomboletta di gas extra a bordo nel caso in cui il vento si esaurisca. Assicurati che l'intero equipaggio sia ben coperto per il gioco notturno.

Anche nei viaggi brevi, la comunicazione a bordo è la chiave per una navigazione di successo e di facile utilizzo. Non esitate a delegare assegnando a tutti un compito o aiutando lo skipper se ce n'è uno. Per una navigazione di circa venti ore senza sosta, i bambini possono trovare il tempo lungo. Sarà quindi saggio pianificare cosa tenerli occupati durante il giorno (giochi, libri, disegni da colorare, lettore DVD portatile, ecc.). Qualunque sia il tuo equipaggio, non scendere a compromessi con il regole di sicurezza.

Per la notte, operare su un sistema di turni con uno o più membri dell'equipaggio e dire al resto delle persone a bordo di rimanere nella cabina di pilotaggio. Ogni persona sul ponte notturno dovrebbe essere legata, con un'ancora di salvataggio abbastanza corta da non cadere in acqua.

Piccola sorpresa: non è raro, durante la traversata, vedere i delfini e persino le balene, forse avrai questa possibilità!

I periodi migliori

In estate il vento è raro e l'attraversamento in barca a vela potrebbe essere noioso e molto più lungo del previsto. Al fine di evitare delusioni in caso di guasto o mancanza di vento per le barche a vela, fornire una finestra meteo per la partenza di almeno tre giorni. Tuttavia, l'estate ha un vantaggio: la notte è più breve, quindi la navigazione viene effettuata principalmente durante il giorno.

Per quanto riguarda le condizioni, partire alla fine del maestrale sarebbe una cattiva idea per una prima traversata: il moto ondoso è importante. Allo stesso modo, sarà meglio non partire con un vento da est. Se non hai scelta e il mare è limpido, potrebbe essere meglio allungare il percorso per avere le onde e il vento sul lato destro.

Inoltre, durante l'alta stagione, la maggior parte dei porti corsi sono saturi e dovrai ancorare ulteriormente.

Informati sul tempo appena arrivi in ​​modo da poter ripartire: l'attraversamento è impossibile in caso di maestrale e può essere impostato per alcuni giorni. Dovrai quindi pianificare di partire 48 ore prima dell'arrivo, o prolungare la durata del tuo soggiorno in loco e attendere al porto.

Pianifica una quindicina di giorni se vuoi goderti una crociera costiera. Se non hai la tua barca, puoi pianificare di noleggiarne una, attraversarla ed eventualmente lasciarla con un equipaggio sul posto e tornare in traghetto. Tutte le opzioni sono possibili!

Lungo le coste corse, scoprirai molte calette e ormeggi atipici, in particolare vicino a Cargèse, Campomoro o persino alla Riserva Naturale di Scandola. La costa occidentale del Golfo di Saint Florent è un posto tranquillo dove venire e rifugiarsi in caso di maestrale.