Creata da due amici a Nizza, una start-up di consegna di droga a domicilio sta crescendo in tutta la Francia

Un'applicazione creata da due giovani imprenditori di Nizza vuole essere la versione "droga" della consegna dei pasti a domicilio. Livmed's scuote i codici di accesso ai farmaci 7 giorni su 7, 24 ore su 24 in meno di 30 minuti. Un'impresa che va oltre le Alpi Marittime.

Talel Hakimi e Mehdi Matyja speravano senza immaginare che il loro sogno di una start-up avrebbe rapidamente assunto una tale portata. In tempi di covid, questa start-up risponde a un bisogno crescente.

I due imprenditori si sono incontrati al 6 ° posto sui banchi del college Roland Garros di Nizza. I due giovani ragazzi sono diventati rapidamente migliori amici del mondo e hanno continuato i loro studi in economia e management. Per Talel Hakimi sarà finanza e assicurazione con certificazione HEC Paris. Per Mehdi Matyja, perizia contabile.

I due amici lavorano nutrendosi degli spettacolari successi di piccole aziende tecnologiche e innovative ad alto potenziale di crescita. Ma c'è anche qualcos'altro che lega insieme la loro amicizia: le loro due madri hanno ciascuna gravi malattie che costringono questi giovani a confrontarsi con il mondo medico e farmaceutico in condizioni di emergenza.

"La mamma mi ha chiamato per prendere delle medicine"

“Abbiamo fatto le 400 mosse con Talel quando eravamo giovani, ma abbiamo sempre giurato che avremmo creato qualcosa insieme. Quando ci siamo sistemati è diventato ovvio. Quante volte la mamma mi ha chiamato durante il mio orario di lavoro per prendere delle medicine? Quando ho finito, le farmacie erano chiuse. Sono dovuto andare al servizio di guardia e stare in fila lì per mezz'ora prima di poter tornare a casa ". spiega Mehdi Matyja.

Talel Hakimi e Mehdi Matyja si sono incontrati al 6 ° posto sulle panchine del college Roland Garros di Nizza.

Talel Hakimi e Mehdi Matyja si sono incontrati al 6 ° posto sulle panchine del college Roland Garros di Nizza.

© Hélène France FTV

È qui che prende piede la loro idea, che si basa sul concetto di "uberizzazione": poter ricevere, a casa, a qualsiasi ora del giorno e della notte, sette giorni su sette. Quindi falli consegnare 7 giorni alla settimana. Il progetto è ambizioso e ci stupiamo che non sia stato sviluppato prima in quanto sembra ovvio che un malato sia il meno in grado di muoversi. In effetti, gruppi di farmacie in particolare hanno già provato senza molto successo. Senza contare l'entusiasmo e il duro lavoro dei due giovani imprenditori.

Nata prima della pandemia, nel 2019, grazie alla generalizzazione della cartella clinica condivisa (DMP), l'app di Livmed è stata lanciata ufficialmente dopo un anno e mezzo di sviluppo a dicembre 2020. La piccola struttura, con sede a Nizza, ha collaborato in particolare con il Consiglio dell'Ordine dei Farmacisti.

Rosa e blu sono i codici colore delle start-up, dall'app agli zaini da consegna più freddi. Il logo ? Una croce attraversata da una strada su cui entra un ciclista.

Manuale

Il principio funziona sullo stesso modello delle consegne di pasti. Il cliente registra la sua carta vitale e la sua mutua assicurazione sanitaria. Invia una foto della sua ricetta alla farmacia di sua scelta. Al fine di mantenere il rapporto, è disponibile una finestra di messaggistica istantanea per comunicare con il farmacista per il quale il servizio è completamente gratuito. La consegna a domicilio ha un costo: 9,60 euro per il cliente. Un prezzo che può sembrare un po 'caro ma che dovrebbe calare a seconda dello sviluppo dell'azienda.

Livemed's riceve una commissione su questo importo e il corriere viene pagato 4 euro (ma questo può variare oltre i 3 km perché 1 euro per ogni km aggiuntivo).

"Siamo i migliori datori di lavoro sul mercato con questo compenso e stiamo negoziando con più mutue per il rimborso completo dei pazienti", spiega Talel Hakimi.

Alcune mutue e servizi di assistenza già rimborsano il servizio di consegna.

Spinto dalla crisi sanitaria

Il caso spesso fa le cose bene. Talel e Mehdi indagano sulle farmacie e firmano 40 partnership in 3 mesi.

I medicinali vengono consegnati a casa in meno di 30 minuti dall'ordine.

I medicinali vengono consegnati a casa in meno di 30 minuti dall'ordine.

© Hélène France FTV

I quindici addetti alle consegne di biciclette vengono formati internamente.

Non forniamo pizze. Le bustine dei farmaci vengono pinzate dalla farmacia per rispettare la riservatezza,

specifica Talel Hakimi.

La pandemia è qui. I confini si susseguono e la start-up navigando sui bisogni crescenti fa esplodere i contatori. Da gennaio 2020 verrà mostrata una campagna pubblicitaria sui trasporti pubblici di Nicois.

"Abbiamo pensato di consolidare la nostra rete locale prima di espanderci a quella nazionale, ma l'aumento degli ordini da parte dei clienti parigini ci ha portato a cambiare idea. Non ci siamo sbagliati. C'è un vero entusiasmo che corrisponde a una reale esigenza ”Talel Hakimi.

All'inizio di marzo 2020, la loro pubblicità si trova sui trasporti pubblici parigini. Tutto sta accelerando per Livemed's.

Dopo Nizza, Parigi e la regione, si sviluppa l'intera costa da Mentone a Marsiglia. I dipartimenti di sviluppo economico della metropoli Nice Cote d'Azur incontrano in due occasioni i fondatori della start-up per discutere le prospettive di sviluppo nell'area metropolitana. La tempesta Alex e il suo danno hanno accelerato il processo. Secondo il responsabile della comunicazione di Metropole, "è allo studio un progetto sperimentale sulla consegna di farmaci nelle valli per facilitare l'accesso alle cure e alle cure"

Poi molto rapidamente Lille Lyon Bordeaux Rennes Reims, Montpellier Tours Clermont Ferrand …

L'obiettivo di coprire il territorio nazionale è partito bene. Martedì 4 maggio scorso sono stati firmati i contratti con le farmacie in Corsica.

10.000 addetti alle consegne

"In vista delle nostre future partnership con vari gruppi farmaceutici e della nostra crescita esponenziale, contiamo su un totale di 3.000 farmacie partner entro la fine del 2021" precisano i due leader.

Livemed ha ora 10.000 addetti alle consegne e 50.000 utenti. Inoltre sono 15 dipendenti. Inizialmente, sono 150.000 euro di capitale proprio per lanciare Livemed's. Dopo essere stati avvicinati da società di raccolta fondi, i due fondatori hanno appena firmato per un contributo di oltre un milione di euro.

In definitiva, Livemed vorrebbe essere riconosciuto dalla previdenza sociale.